10 – Identità nazionale e riforme istituzionali per una Repubblica moderna

RF crede fermamente nel percorso di Associazione all’UE, nel dialogo con la comunità internazionale e nel percorso di internazionalizzazione intrapreso; allo stesso modo RF crede fermamente che le tradizioni e l’identità statuale della Repubblica di San Marino siano un patrimonio imprescindibile di tutti i cittadini che vada tramandato, rafforzato e vissuto costantemente.

L’identità sammarinese è il filo di continuità tra la millenaria storia del nostro Paese e le attuali generazioni e, quale carattere distintivo della nostra comunità, non possiamo correre il rischio che venga dimenticata. L’identità nazionale inoltre può essere anche un importante motore di sviluppo. Le idee di RF in quest’ambito sono:

  • Valorizzazione e pubblicizzazione degli eventi istituzionali: spesso viene trascurato che cerimonie secolari, come quella di Investitura dei Capitani Reggenti, del 5 febbraio, del 25 marzo e del 3 settembre possano essere, oltre che degli importanti momenti di partecipazione per tutti i sammarinesi, anche degli eventi esclusivi ed unici in grado di attrarre l’interesse dei visitatori. In quest’ottica è necessario lavorare per favorire sempre di più la conoscenza di queste cerimonie e l’interesse del grande pubblico a prendervi parte, mediante l’organizzazione di pacchetti turistici strutturati.
  • I Corpi volontari, lo stemma e la bandiera: questi tre elementi sono il distintivo incancellabile dell’identità sammarinese. La partecipazione dei cittadini ai corpi volontari va favorita e ampliata mediante anche l’organizzazione di moduli scolastici dedicati alla storia e alle attività dei corpi. Vanno inoltre adeguatamente riconosciuti, anche economicamente, l’impegno e il tempo dedicato dai militi volontari allo svolgimento delle loro mansioni. La distintività dei corpi, dello stemma e della bandiera può essere utilizzata per campagne promozionali e creazione di merchandising artigianale e artistico di qualità.
  • Onorificenze: nella passata legislatura, la Segreteria di Stato per gli Affari Esteri ha promosso l’approvazione di un regolamento per la concessione delle onorificenze, varie mostre in città europee per presentare storia e valore delle onorificenze sammarinesi al grande pubblico. Tramite il corpo diplomatico e consolare questo lavoro di divulgazione dovrà essere implementato per attrarre sempre di più l’interesse di persone altamente qualificate a legare il proprio nome alla Repubblica di San Marino favorendo così anche importanti donazioni.
  • Museo sull’identità nazionale sammarinese: come meglio descritto nel capitolo dedicato al Turismo, è un’importante iniziativa utile al rafforzamento e alla conoscenza dell’identità e della storia sammarinese sia per gli abitanti della Repubblica, sia per i visitatori ed i turisti, sia come valido supporto per le scuole sammarinesi.
  • I sammarinesi nel mondo: i sammarinesi residenti all’estero sono una grande risorsa per la Repubblica. Nella passata legislatura sono stati raggiunti importanti obiettivi attraverso l’adozione della legge sulla cittadinanza e il potenziamento dei soggiorni culturali. Il legame tra i sammarinesi va incrementato attraverso alcune idee: la creazione di un programma integrato di soggiorni culturali che si basi sull’ospitalità reciproca tra i sammarinesi residenti in territorio e quelli residenti all’estero; l’adozione del Progetto CSE per tenere costantemente aggiornati i cittadini residenti all’estero dell’attualità della Repubblica e per creare un’anagrafica coordinata con titoli di studio e professionalità dei cittadini residenti all’estero utilizzando piattaforme web.
  • Parità di genere: RF ritiene che “la parità di genere non solo sia un diritto fondamentale, ma una condizione necessaria per un mondo prospero, sostenibile e in pace”. Intendiamo quindi dare piena attuazione agli obiettivi dell’Agenda ONU 2030 – obiettivo 5 SDGs – sulla parità di genere. Sarà necessario promuovere studi statistici su occupazione, grado di istruzione in rapporto a mansioni e retribuzione, presenza nei luoghi dirigenziali attraverso l’analisi del genere al fine di comprendere esattamente la situazione e di produrre l’evaluation report, in base al quale promuovere l’adozione di una legislazione adeguata.

RF conferma la propria posizione circa la necessità di dotare la Repubblica di San Marino di Istituzioni adeguate ad affrontare le sfide dei prossimi decenni al pari di tutti gli Stati democratici moderni, senza rinunciare all’identità storica, che si sostanzia in gran parte proprio nelle Istituzioni e nella loro millenaria tradizione. Di seguito alcune idee sulle quali RF intende confrontarsi:

  • Istituzione della figura del Premier: proponiamo l’introduzione in seno allo stesso Congresso di una figura che abbia la funzione di coordinarne l’azione tracciando l’agenda politica, definendo le priorità e le modalità di attuazione ed evitando inutili sovrapposizioni. Le modalità di elezione del Premier dovranno essere ampiamente condivise all’interno di una revisione complessiva dell’assetto istituzionale della Repubblica. Tra le varie modalità per l’esercizio del coordinamento non va esclusa neppure la possibilità di elezioni diretta.
  • Regolamento consigliare: l’operatività del Consiglio Grande e Generale va migliorata, aumentandone l’efficienza, dunque diminuendo drasticamente i tempi, apportando al regolamento in vigore i necessari aggiustamenti, valorizzando il ruolo dei Gruppi Consiliari, diminuendo i costi e riducendo il numero delle commissioni e degli organismi di nomina consiliare, diversi dei quali ormai inutili.
  • Decoro e rispetto nelle sedi istituzionali: fondamentale per RF è anche riportare nelle sedi istituzionali il decoro che esse meritano sia da un punto di vista formale, sia da un punto di vista comportamentale da parte dei rappresentanti istituzionali.

SCOPRI LE NOSTRE PROPOSTE SU:

1 – Stabilizzazione e rilancio del sistema bancario

2 – Riportare il Bilancio pubblico in avanzo

3 – Accelerare la crescita economica e il lavoro

4 – Politica Estera: valorizzazione della sovranità nazionale e integrazione all’Unione europea

5 – Turismo, sport e cultura motori della crescita

6 – Istruzione come vero pilastro del nostro futuro

7 – Sanità efficace ed efficiente

8 – Ambiente, Agricoltura, Energia e Territorio: la sfida riguarda anche noi

9 – Giustizia e Sicurezza: due pilastri per la comunità del futuro

Menu