RF a Venezia per il Congresso dell’Istituto dei Democratici Europei

RF a Venezia per il Congresso dell’Istituto dei Democratici Europei

Comunicati Stampa, News

Si è svolta nelle giornate di lunedì 30 e martedì 31 agosto, nella prestigiosa cornice di Venezia che festeggia quest’anno i 1600 anni dalla sua nascita, la seconda edizione della Soft Power conference.

Alla conferenza, avente ad oggetto il tema dell’economica sostenibile e della cultura, erano presenti, in rappresentanza di Repubblica Futura, membro aderente all’Istituto dei Democratici Europei (IED), Maria Katia Savoretti e Francesca Piergiovanni.

I lavori si sono aperti con il saluto del Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi, a seguire il saluto del Sindaco di Venezia Luigi Brugnaro e del Presidente dell’Istituto dei Democratici Europei (IED) Francesco Rutelli, coordinatore della conferenza.

Diversi gli interventi di autorevoli autorità italiane, che si sono succeduti nelle due giornate: la Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, il Ministro degli Affari Esteri Luigi Di Maio, il Ministro della Cultura Dario Franceschini, il Ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti, il Sottosegretario agli Affari Esteri Benedetto della Vedova, il Presidente del Parlamento Europeo David Sassoli e il Commissario Europeo all’economia Paolo Gentiloni.

Presenti anche autorità straniere tra cui Sarah El Hairy, Segretario all’Istruzione e Sport della Repubblica Francese, HRH Princess Sumaya El Hassan e illustri relatori accademici tra i quali la Rettrice dell’Università di Venezia Tiziana Lippiello e la già Direttrice Generale dell’UNESCO Irina Bokova.

La conferenza, sede di ampio dibattito e confronto, ha fornito numerosi contributi per una maggiore riflessione e consapevolezza sui cambiamenti climatici e sulla protezione del nostro patrimonio culturale.

 

La giornata di lunedì si è concentrata sul tema della transizione ecologica e climatica e il Green Deal europeo a cura dello IED, mentre nella seconda giornata, quella di martedì, si è trattato il tema del ruolo dell’industria e della cultura nel rilancio dell’economia e la gestione solidale della pandemia.

A tale proposito è stato conferito il premio del soft power al Dott. John Nkengasong Direttore del centro Africano per il controllo e la prevenzione della pandemia per il ruolo chiave avuto nel contrastare il covid 19 nel continente Africano e anche per essersi battuto affinché venisse riconosciuta una visione universale e non partitica della pandemia.

Il prossimo appuntamento con lo IED sarà fra due mesi a San Marino.

Menu