Tra segretezza e autoritarismo la democrazia muore

Tra segretezza e autoritarismo la democrazia muore

Comunicati Stampa, News
Fermiamoci un attimo a riflettere. Passiamo in rassegna alcune azioni portate avanti da Governo e maggioranza negli ultimi mesi:
1-contratto di finanziamento per 150 milioni con Cargill: segreto! Nessuno tranne il Segretario Gatti e qualche “eletto” può vederlo.
2-delibere di consulenza a Rothschild, JP Morgan e forse altri: segrete! Impegni di spesa milionari sono noti solo al Congresso di Stato perché le delibere sono state secretate. Chi ha trattato queste consulenze? Chi ha deciso i compensi?
3-concorso per assegnare ad uno o più investitori i principali siti del paese per realizzarvi infrastrutture turistiche: segreto! Nulla si sa sugli esiti del bando.
4-accordo di associazione alla UE: segreto! Solo pochi e scarni aggiornamenti su una situazione che pare in grave stallo sono stati forniti nelle ultime settimane in commissione affari esteri, ovviamente in seduta segreta!
5-piano vaccinale ed approvvigionamento dei vaccini: segreto! Il Segretario Ciavatta ha detto chiaramente rispondendo ad un giornalista che queste sono informazioni segrete!
6-accesso agli atti della Commissione per gli Affari di Giustizia: segreto! Il presidente della Commissione Zeppa, davanti alla richiesta di un cittadino di accedere agli atti della commissione per una questione che lo riguarda direttamente, si è arrogato il diritto di rispondere no! Senza informare la commissione e chiedere il parere preventivo dei suoi membri: tutto deve restare segreto!
7-consulenza in campo di giustizia: il Presidente Zeppa ed il Segretario Ugolini hanno deciso di dare vari incarichi di consulenza a legali italiani per questioni legate alla giustizia ed ancora oggi non è dato sapere quanto siano stati pagati e con che soldi: anche come si spendono i soldi dei cittadini deve restare segreto!
8-i decreti di archiviazione e di rinvio a giudizio del caso titoli: ovviamente segreti! Nonostante non siano coperti a norma di legge da alcun segreto, da tre mesi la nostra forza politica continua a richiederli ma ci troviamo davanti ad un muro di gomma, evidentemente Governo e maggioranza vogliono che anche questi rimangano segreti
9-il silenzio più assordante sulle questioni bancarie, in special modo sulla voragine di Banca Nazionale Sammarinese dei cui costi, tutti a carico dello Stato, non si parla più.
In compenso Governo e maggioranza tirano dritto:
a) portando modifiche alla legge sull’editoria con procedura d’urgenza, per limitare la libertà delle testate giornalistiche e periodiche;
b) inserendo nell’ultimo decreto-Covid una norma che consente alla forza pubblica di fare controlli nelle case, incentivando la delazione.
Un quadro disarmante e sconcertante che continua a minare il sistema della democrazia diretta nel nostro paese ed il potere di controllo e di informazione dei Cittadini sull’operato della politica.
Un quadro che ci porta ogni giorno di più verso una inaccettabile diminuzione delle libertà personali e dei diritti fondamentali delle persone.
Menu