Interpellanza sulla pediatria

Interpellanza sulla pediatria

Per approfondire gli aspetti legati alla gestione della Pediatria, Repubblica Futura presenta la seguente interpellanza:
I sottoscritti consiglieri,
• alla luce del fatto che, ancora una volta, il reparto di Pediatria si trova a non poter garantire al meglio i propri servizi (obbligando i bambini ad essere dirottati su reparti non pienamente adeguati alle loro esigenze) per effetto della perdita di una parte del proprio personale infermieristico, destinato alla gestione dei ricoveri nel reparto Covid;
• considerato che la situazione si è ripetuta altre volte nel corso della gestione pandemica, più o meno sempre con la stessa modalità, con un “prelievo” di personale sempre in misura percentualmente massiccia in quello specifico reparto;
• visto che non sembra che l’Iss sia stato in grado, dopo 2 anni di pandemia, di organizzare una adeguata dotazione di personale, da utilizzare all’occorrenza per il reparto Covid, evitando così di mettere in difficoltà singoli servizi,
interpella il Governo per conoscere:
1. quale sia la dotazione organica di infermieri prevista per il reparto di Pediatria e quanti siano invece gli infermieri effettivamente in servizio;
2. quanti infermieri in valore assoluto siano stati destinati al reparto Covid dal reparto di Pediatria e quanti da altri reparti;
3. quanti infermieri (in percentuale rispetto al valore totale degli infermieri in servizio nello specifico reparto) siano stati destinati al reparto Covid dal reparto di Pediatria e quanti da altri reparti;
4. se siano state esplorate altre soluzioni organizzative e operative per evitare di togliere quantità significative di personale infermieristico ad uno specifico reparto, mettendone in difficoltà i servizi; in caso di risposta affermativa, si chiede di indicare quali;
5. quali siano gli intendimenti del Governo circa il potenziamento del personale infermieristico dei reparti dove la dotazione organica prevista non sia congruente con la reale dotazione esistente nonché lo svolgimento effettivo di concorsi per il reperimento di adeguato personale infermieristico che, a quanto risulta, non sono stati effettuati per tanto tempo.
Inoltre si richiede, tenuto conto delle recenti scelte del Governo circa la governance dell’Iss e la conferma di alcune consulenze già richieste dal dott. Bevere nel periodo in cui non era ancora Direttore Generale:
I. quali siano i risultati raggiunti ed i miglioramenti realizzati che hanno portato il Governo a dichiarare superato il periodo di prova del nuovo DG Bevere dopo neanche 2 mesi di lavoro (vedi delibera n.17 del 28/03/2022). Si richiede copia di documenti, atti prodotti, ecc. che hanno giustificato la scelta del Governo;
II. per quali motivi il Governo abbia ritenuto (vedi delibera n.22 del 21/03/2022) di dare parere favorevole alla proroga di 4 contratti di consulenza, per un ammontare pari a 15.000€ per ciascun consulente, per svolgere funzioni che in larga misura sono già di competenza dei tre membri del Comitato Esecutivo dell’Iss (a titolo di esempio: revisione dei processi sanitari, miglioramento della qualità, riduzione dei costi, monitoraggio dei risultati, miglioramento della contabilità, valutazioni su assistenza territoriale e farmaceutica, ecc.), e se il Governo con ciò ritenga che i l’attuale Comitato Esecutivo dell’Iss non sia in grado di svolgerli.
Menu