Solo improvvisazione, slogan, interviste e costi per i cittadini

Solo improvvisazione, slogan, interviste e costi per i cittadini

News
Qualche giorno fa ricordavamo che in questo momento San Marino ha al proprio timone un Governo
  • che non ha ancora fatto nulla,
  • che non ha minimamente affrontato la crisi economica portata dal Covid,
  • che sta per indebitarci per 500 milioni di euro (cosa che comporterà un impegno per lo Stato di almeno 75 milioni all’anno solo per ripagare i debiti)
  • che sa solo pensare a creare monete farlocche per risolvere i problemi
  • che, però, risulta attivissimo quando si tratta di evitare ai propri rappresentanti di affrontare la giustizia.
Come dimostra palesemente la decisione, evidentemente imposta, del Cda di Carisp di ritirare (come prima decisione del suo mandato) la querela contro Ciavatta e Santi: come se fossero queste le urgenze di Cassa di Risparmio

Oggi scopriamo un altro ambito dove il Governo mostra il suo immobilismo: la trasparenza.

Abbiamo infatti scoperto da San Marino Rtv, ed in particolare dal Segretario Gatti, che il Governo ha realizzato due consulenze, una con Jp Morgan per collocare il debito pubblico dello Stato ed una con Rotschild per svolgere un non meglio precisato ruolo da advisor con il Fmi.
Alcune considerazioni:
  1. Non esiste una delibera per l’autorizzazione a queste consulenze. O almeno, non è ancora stata pubblicata? Perché? Cosa c’è da nascondere? La delibera di Congresso è obbligatoria prima che si possano perfezionare queste spese;
  2. Quanto costeranno queste consulenze? Si vocifera che tra quella di JP Morgan e quella di Rotschild spenderemo circa 7 milioni di euro di consulenza! Va tenuto conto che fra i tagli agli stipendi e quelli alle pensioni, scelleratamente deliberati da questo governo durante il Covid, si sono recuperati circa 3,5 milioni di euro, circa la metà del costo della consulenza. Vedete dove vanno a finire i soldi dei cittadini?
  3. Con quale piano il Governo vuole presentarsi agli investitori che dovranno sottoscrivere il debito e davanti al Fmi? È stato elaborato un progetto Paese che renda chiaro, cifre alla mano, come si intende ripagare il debito? Oppure il Governo intende presentarsi con le parole di qualche consigliere di maggioranza che dice che non lo ripagheremo?
  4. Perché per il Movimento Rete il gruppo Rotschild qualche anno fa era il male assoluto mentre oggi Ciavatta e Tonnini nel governo erogheranno milioni di euro a questa società? dal 2013 al 2020 è cambiata Rotschild o RETE?
  5. In quale paese si deve sapere solo in televisione e non nelle opportune sedi istituzionali che si spenderanno milioni di euro in consulenze?
Tutte domande che siamo sicuri rimarranno senza risposta anche perché per dare risposte servono idee e progetti. 

Fino a oggi invece solo improvvisazione, slogan, interviste e costi per i cittadini.

Le consulenze fantasma costeranno tanto e le pagheranno i pensionati con il prelievo sulla pensione e i risparmi sulla postalizzazione delle pensioni.
Questo è il governo della trasparenza in cui RETE, o ciò che ne resta, è solo un clone – venuto male – del PDCS a cui ormai Ciavatta si ispira nella forma e nella sostanza.

 

Articolo precedente
Interpelliamo sul ritiro della querela di Cassa di Risparmio
Articolo successivo
Così la situazione della Giustizia a San Marino è diventata drammatica – Miriam Farinelli – CGG 20.07.20

Menu