Interrogazione sulle attività di vendita e noleggio veicoli

Interrogazione sulle attività di vendita e noleggio veicoli

Il governo italiano ha annunciato qualche giorno fa la volontà di inserire in finanziaria un provvedimento per rafforzare i controlli dei veicoli provenienti dalla Repubblica di San Marino.

In considerazione del fatto che da mesi ai tradizionali venditori di auto in territorio si stiano aggiungendo rivendite con insegne improvvisate, con all’interno poster di auto o qualche macchina scalcinata in vetrina per segnalare che lì c’è una vendita di veicoli, ci chiediamo se il governo DC-Rete-NPR-Motus Liberi abbia varato disposizioni fiscali e di interscambio commerciali favorevoli allo sviluppo di questo particolare settore. 

Per tutto ciò interroghiamo il governo per conoscere:

1. il numero delle attività economiche con oggetto vendita/noleggio di veicoli, attive nella Repubblica di San Marino al 31 ottobre 2023;

2. l’andamento, in termini numerici, di tali attività nel periodo 31 ottobre 2021 – 31 ottobre 2023 suddiviso per mese (numero di attività attive aggiornate ogni mese);

3. il numero di veicoli immatricolati nel periodo 31 ottobre 2021 – 31 ottobre 2023 suddiviso per mesi (numero aggiornato per mese);

4. gli importi di monofase nel periodo 31 ottobre 2021 – 31 ottobre 2023 suddivisi per mese, distinguendo fra monofase generata (dovuta) e monofase effettivamente versata;

5. l’andamento dei dipendenti di questo settore economico, aggiornato per mese dal 31 ottobre 2021 al 31 ottobre 2023;

6. se sono stati emessi dei provvedimenti specifici a livello normativo per incentivare il settore della vendita/noleggio di veicoli;

7. se il Congresso di Stato ha ricevuto alert dagli uffici di controllo dell’Amministrazione, da AIF o Banca Centrale, su un anomalo sviluppo delle attività di vendita/noleggio di veicoli (in caso positivo si chiede riscontro scritto);

8. se il Congresso di Stato ha ricevuto alert da autorità estere (Guardia di Finanza, UIF, Agenzie delle Entrate, Ministero delle Finanze, Agenzia delle Dogane, Commissione UE) su un anomalo sviluppo del settore di vendita/noleggio di veicoli;

9. se il tema è stato oggetto di discussione nel Congresso di Stato (in caso positivo si chiede copia dell’estratto del verbale) e tra il Congresso di Stato e le autorità di controllo;

10. se Il governo ritiene il settore della vendita/noleggio di veicoli strategico per lo sviluppo della Repubblica;

11. se i veicoli oggetto di commercio/vendita rispettano le normative in materia di emissioni ambientali in vigore nell’Unione Europea e tale attività è compatibile con gli sforzi del governo di promuovere l’Agenda 2030;

12. se ci sono segnalazioni delle forze dell’ordine in merito a potenziali infiltrazioni della criminalità organizzata rispetto a queste specifiche attività economiche.

Articolo precedente
Cercasi Re-Visionari
Articolo successivo
Venditori di automobili “come se piovesse”